slide_3_11.jpg1000 330 673generic
slide_3_13.jpg1000 330 833generic
1000 330 110generic3slide_3_9.jpg
generic31000 330 86slide_3_0.jpg
slide_3_15.jpg1000 330 413generic
slide_3_3.jpg3generic1000 330 84
slide_3_6.jpg3generic1000 330 77
slide_3_8.jpg1000 330 833generic
slide_3_5.jpg3generic1000 330 80
1000 330 70generic3slide_3_16.jpg
slide_3_4.jpg3generic1000 330 65
slide_3_7.jpg1000 330 833generic
1000 330 51generic3slide_3_12.jpg
slide_3_1.jpg3generic1000 330 99
slide_3_14.jpg3generic1000 330 35
1000 330 103generic3slide_3_10.jpg
generic31000 330 65slide_3_2.jpg
il parco nazionale
Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano ha un'area molto vasta (ca. 180.000 ettari) e comprende, in tutto o in parte, i territori di 8 Comunità montane e 80 Comuni.
Dal 1991 è Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO e dal 1997 è Riserva della biosfera, una qualifica internazionale che l'UNESCO assegna perché nel tempo si mantenga l'equilibrio fra l'uomo e il suo ambiente, con la conservazione della diversità biologica, la tutela dei valori culturali e la promozione dello sviluppo economico.
Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è un immenso patrimonio naturale: 1800 specie diverse di piante del luogo, spontanee, ne costituiscono la flora e molte sono rare, come la Primula di Palinuro, simbolo del parco; e ha una fauna altrettanto ricca e molto diversificata per la grande varietà degli ambienti presenti sul territorio - aree costiere e montane, fiumi e ruscelli, rupi e boschi - abitati da comunità animali, in cui spesso emerge la presenza di specie di alto valore. Volano così frequenti sulle montagne l'aquila reale, il falco pellegrino, il corvo imperiale.

Ma il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è anche un immenso patrimonio di arte e di cultura.

Tra i suoi tanti luoghi d'arte, i più rilevanti e 'da non perdere' sono:
  • l'area archeologica di Velia
  • gli scavi di Paestum
  • la Certosa
Link: www.cilentoediano.it